Web Toolbar by Wibiya

Messaggi

Chi sono

Chi sono
Amabile Giusti si addormenta la sera sognando di scrivere, si sveglia la mattina con lo stesso chiodo fisso in testa, non è escluso che perfino davanti a un giudice, mentre perora una causa, la sua mente divaghi pensando a come plasmare una storia o finire un capitolo. È un tipo che ascolta molto e parla poco ma quando scrive non si ferma più...
Se volete farla contenta regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica (preferibilmente blu), un manga giapponese, o una piantina grassa (più spine ci sono meglio è). Preferibilmente tutti insieme. Spera di invecchiare lentamente (perché questo pare sia l’unico modo per vivere a lungo...) ma mai invecchiare dentro! Dentro avrà sempre un’età con poco passato e molto futuro e scarsa saggezza.

Seguimi

domenica 5 gennaio 2014


Giudizio complessivo dell'opera:


CON LODE 

TITOLO: I PROTETTORI DELL'ORACOLO -LUCE-
AUTORE: PATRISHA MAR
EDIZIONI EBOOK AMAZON 2,99€ 
CARTACEO YOUCANPRINT PRESTO DISPONIBILE
PAGINE: 200 circa
SINOSSI UFFICIALE:
La guerra contro i Notturni si fa più sanguinosa. Qualcuno trama nell'ombra, un nemico misterioso e mortale che con il suo potere vuole distruggere i Protettori. I cacciatori non possono abbassare la guardia, possono solo combattere con tutte le loro forze l'oscuro pericolo.
Ma per i fratelli Nicholls è anche giunto il momento di guardare in faccia la realtà, di prendere decisioni vitali per la loro sopravvivenza, decisioni che segneranno il loro cammino.
Potrà l'amore per Joseph Fitzroy domare il cuore impavido di Bernadette e permetterle di lasciarsi andare con fiducia e passione ai propri sentimenti?
E la forza interiore e la dolcezza di Cassandra Philps potranno fare breccia nel cuore di Benjamin e portare la luce nel buio della sua anima?
Sacrificio, potere, amore, passione, sofferenza, coraggio e lealtà sono gli ingredienti di questo secondo e conclusivo romanzo de "I Protettori dell'Oracolo". Scoprite insieme ai suoi personaggi l'avvincente epilogo di una duologia che vi rimarrà nel cuore.

"E venne il giorno della guerra, una guerra combattuta in segreto...


il mistero divenne leggenda, e la leggenda un ricordo lontano.

In uscita il 13 gennaio 2014 in ebook su Amazon e Kobo 
e a seguire nei migliori stores on-line in versione cartacea.

La mia opinione:

Ho amato I Protettori dell’Oracolo - Buio, prima parte della duologia paranormal romance di Patrisha Mar. L’ho amato in modo viscerale, con il cuore e con la testa, per la storia e la scrittura e i personaggi vivissimi e   una Londra seducente a fare da sfondo. Mi sono accostata a Luce, seconda e conclusiva parte della medesima saga, con l’avidità di chi vuole un’altra ciliegia rossa e succosa perché una non basta e, lo confesso, anche con un pizzico di trepidazione.

Adesso posso dire con assoluta consapevolezza d’essermi tuffata in un mare meravigliosamente blu. Luce non è solo il valido prosieguo d’una storia meritevole: è sublime, è un ricamo di eventi e sentimenti intessuto da mani abili, in cui i personaggi e gli intrecci presentati nel primo volume, si evolvono, per complicarsi e poi sciogliersi grazie alla passione e all’astuzia di un’Autrice senza minuscole. Nulla è lasciato al caso, ogni mistero trova la sua interpretazione, e vi assicuro che resterete più di una volta a bocca spalancata per lo stupore e la rabbia di non aver capito prima i chi, i come e i perché.

Non posso e non voglio anticipare segreti, è giusto che scopriate ogni cosa a tempo debito, pertanto preferisco portarvi idealmente a passeggio con me lungo le strade e le anime di questa storia. 

Vi ricordate di Benjamin? Lui è quello che fa del sarcasmo un’egida, il giovane ribelle un po’ troppo incline a menar le mani, il libertino bello da togliere il fiato. Durante il giorno svolge un lavoro di fatica, donando al mondo un’immagine deliberatamente falsata di sé, quella di un uomo qualsiasi del popolo, più irridente, più sexy, ma tutto sommato uno come tanti. Ma quando cala la notte, Ben dismette i panni del garzone e indossa quelli del soldato. Un soldato speciale: un cacciatore di Notturni.

Bernadette è sua sorella. Gemella, non meno affascinante ma più pragmatica. Anche lei nelle ore diurne svolge mansioni ordinarie, vende accessori di moda, cappellini e ombrellini di foggia spesso ridicola alle signore più ricche, e forse più stupide, di Londra. Anche lei, quando le tenebre avvolgono la city, si libera dei panni dell’apprendista modista e va a caccia per le vie della città indossando pantaloni e coltelli.

Entrambi appartengono a un gruppo che tenta di liberare le strade di Londra da alcune arcane e orribili creature che emergono di notte. A dirigere le operazioni di questa insolita confraternita di guerrieri, che comprende molti altri come loro, c’è un personaggio ambiguo, non meno misterioso dei mostri che ordina di contrastare, noto come The Phoenix.

Nelle loro vite non c’è spazio per l’amore. Per Ben perché non ne ammette l’esistenza, per Bernie perché non ne accetta il rischio. Tuttavia, mentre Bernadette si fa bastare la propria missione, Ben ha molti dubbi e si pone rabbiosi interrogativi – ai quali The Phoenix non pare propenso a fornire risposte esaurienti - sul senso di quel compito, di quella guerra, sull’origine delle creature che infestano la città. Ben   non accetta di eseguire passivamente gli ordini, lui vuole capire il senso di ogni cosa.

E il destino gli darà modo e mezzo di comprendere.

L’Amore, infatti, entrerà nelle vite di entrambi i fratelli, sconvolgendo le loro priorità e le loro certezze e illuminandoli sulla via della scoperta.

Ben incontrerà Cassandra, una giovane cieca dal profetico nome che, come la mitologica sacerdotessa, è in grado, se non di prevedere specifici eventi, di leggere le anime e le intenzioni degli uomini che di quegli eventi saranno gli artefici. Cassie, nata senza il dono della vista fisica, riesce tuttavia a cogliere le aure delle persone. In definitiva, come Ben e Bernie, anche lei nasconde un segreto: attraverso questo insolito potere percepisce l’anima di chi la circonda, il dolore e la gioia, il tormento e il pianto, la purezza e la malvagità. Per sua fortuna, perché così sa sempre con chi ha a che fare, e suo malgrado, perché ci sono volte in cui vedere il male può fare male. Appena ho fatto la sua conoscenza ho sentito che, se fossi stato Ben, anche io mi sarei innamorato perdutamente di lei. Cassie è, fra tutti, il mio personaggio preferito: è lei la vera guerriera. Perché non si combatte solo con le lame e i calci ruotati, ma anche con la forza morale, con la dignità, il coraggio di affrontare una vita non semplice senza mai piangersi addosso e senza permettere al rancore di contaminarla.

Anche per Bernadette si spalancheranno le porte del cuore: sulla sua strada giungerà Joseph, un rampollo di buona famiglia, un tipo che, all’apparenza, sarebbe ben lontano dal suo ideale di uomo, ma che invece incarnerà quasi subito quell’ideale. Perché perfino Joseph nasconde un segreto. Nel suo caso si tratta di qualcosa di meno soprannaturale. Il giovane Fitzroy non è, in definitiva, più mansueto di Ben, nonostante l’aspetto da dandy e i modi impeccabilmente cortesi. Sotto quella facciata impostata, infatti, si nasconde un uomo pieno di fuoco, che non accetta i limiti imposti dalle convenzioni imperanti, che non sopporta il qualunquismo e la futilità, e non riesce proprio a sopportare il pensiero che il massimo traguardo della sua vita debba essere quello di sposare un’ereditiera svampita.

Quattro cavalli di razza, quattro personaggi che scalpitano, ognuno a suo modo, per raccontarci la loro storia.

Buio ce li ha presentati, li ha fatti sfiorare, incontrare, sospirare, vagheggiare.

Luce li fa amare con la stessa profondità con cui un raggio di sole attraversa un prisma. In Luce le storie si sviluppano, le conoscenze si fanno profonde, in senso emotivo per alcuni, ma anche intensamente fisico per altri. Bernadette rivelerà un’insospettata intraprendenza, e in taluni punti la narrazione si arricchirà di raffinatissima sensualità.  

“Sai cos’è terribilmente sconveniente?”

“Cosa?” Bernadette si ritrovò a balbettarlo sotto il peso della sua occhiata tagliente.

“È il desiderio che provo per te. Voglio comportarmi nel modo giusto, voglio sposarti e non certo approfittarmi di te. Ma ammetto che mi è difficile a volte. Aver vissuto i nostri brevi momenti di intimità durante la mia convalescenza, mi ha fatto sperare in qualcosa di più, però non voglio forzarti, Presto saremo sposati, potrò attendere.”

Bernadette si azzardò a prendere tra le dita il ricciolo castano che continuava a ricadere sulla fronte di lui e ci giocò con cura.

“E se io non volessi attendere?”

L’amore fisico tra Ben e Cassie, invece, si compirà in tempi più lenti, più meditati, dopo la consacrazione d’un matrimonio rituale, ma non per questo i loro incontri saranno privi di ardore. In taluni momenti, l’ingenuità di Cassie è deliziosa e divertente.

D’impulso la giovane si staccò, ansimando mentre il suo petto andava su e giù come il secchio in un pozzo.

“Benjamin Nicholls, hai baciato molte ragazze nella tua vita?”

Lui corrugò il naso con una smorfia. “Perché me lo chiedi?” Si mise istintivamente sulla difensiva. Non è che parlare della sua esperienza in campo amoroso fosse l’attività principale che aveva in mente adesso.

“Perché quando mi baci, mi si arricciano le punte dei piedi.”

In Luce i segreti si svelano, piano piano, un mattone alla volta, un colore alla volta. Ripeto: non posso dire molto, anzi, non posso dire praticamente nulla della trama in senso stretto; Luce è un tale insieme di eventi particolari, di rilevazioni incredibili, di persone che non sono quello che sembrano, come in un giallo perfettamente orchestrato, che rischierei di rivelare intempestivamente che l’assassino non è il maggiordomo. Non sarebbe corretto.  

Dirò solo questo: è magico. È scritto divinamente, fluido come l’acqua di un ruscello senza essere mai piatto, mai privo di energia. Una incantevole commistione tra le profondità romantiche di un romanzo classico, e il dinamismo di un fantasy urbano. I colpi di scena tengono il lettore sulle pagine, anzi di più, nelle pagine, nella storia, in quella Londra così piena di contraddizioni. Bernadette riuscirà a superare la sua paura di abbandonarsi completamente ai sentimenti? Joseph si affrancherà dalla sua invadente famiglia e potrà sposare colei che ama? Benjamin scoprirà cosa nasconde The Phoenix e riuscirà a proteggere la donna cui tiene più della sua stessa vita? Cosa nasconde The Phoenix, e perché si trincera dietro uno pseudonimo? E I Notturni cosa sono davvero? Londra è destinata a essere per sempre in balìa delle loro aggressioni brutali?

Questo e molto altro lo scoprirete solo leggendo. Se dopo ne verrete fuori come me, che sono emersa da quelle acque piena d’emozione e stupore e gratitudine, potrete ringraziare Patrisha Mar per il magnifico viaggio. Confesso che mi mancheranno tutti quanti. Ben, Cassie, Bernie, Joe, e anche i personaggi minori. Spero con  tutto il cuore che ci rivedremo ancora.


8 commenti:

Patrizia Boschetti ha detto...

Amabile, questa recensione é sublime! Se non avessi già letto Buio, correrei a comprarlo! Non vedo l'ora di avere Luce nelle mie manine!

Patrisha Mar ha detto...

E ora io tapina che dovrei dire dopo una simile recensione? Sono senza parole, muta come un pesce quando dovrei essere in grado di ringraziarti in mille modi diversi... e come dice Patrizia, pure io mi andrei a comprare *_*

Eilan Moon ha detto...

bellissima recensione e sopratutto molto sentita! Brava all'autrice PAtrisha Mar che sa far provare questi sentimenti!

Giovanna Chirico ha detto...

E dopo aver letto queste meravigliose parole, non posso che attendere con ancora più ansia l'uscita di Luce!!

Patrisha Mar ha detto...

Grazie ragazzeeeee *_*
Hei, ma ci sta anche la lode!!! *sviene*

Lara ha detto...

Bellissime parole e un analisi dettagliata dei personaggi! Bravissima amabile e bravissima pat! Anche io ho amato casandra ma sopratutto ben!

ELENA SERBOLI Emily Light Moon ha detto...

Ommioddio ......recensione meravigliosa di Amabile, sublime e tucarica di enfasi ,l'attesa di LUCE già di per se smaniosa .adesso si fa sempre più carica di mistero curiosità e da parte mia poca pazienza!!! Ah ah ah ah meno male che il 13 gennaio è qui dietro l'angolo! Amabile tu,come sempre; incanti .Patrizia sono certa che ,con LUCE andrai oltre il sogno che ci hai già regalato con buio!!!

Nicol Macchia ha detto...

Bellissima recensione

Traduttore

Lettori fissi

Il mio banner

Per condividere il bannerino da me creato dovete solo prelevare il codice qui sotto: (per copiare il codice del banner cliccate all'interno della casellina di testo e premete sulla tastiera ctrl+a per copiare, e poi ctrl+c per incollare il codice dove volete voi)

Visualizzazioni